PROGETTO MANIFOLD 2018-06-13T18:08:19+00:00

Progetto finanziato nel quadro del

POR FESR Toscana 2014-2020

MANIfattura Additiva Innovativa di compositi FibrO-rinforzati per appLicazioni meDiche ed industriali

Il progetto MANIFOLD si propone di innovare la tecnologia della stampa 3D sviluppando un nuovo robot antropomorfo di stampa destinato all’industria calzaturiera, per la produzione di forme per calzature in materiali compositi fibrorinforzati.

Le forme per calzature vengono attualmente realizzate in termoplastico per asportazione di materiale, mediante centri a controllo numerico. Esse vengono rinforzate localmente utilizzando inserti metallici nella parte plastica per garantire la necessaria rigidezza nei punti maggiormente sollecitati durante il processo di fabbricazione della scarpa. Tali forme inoltre vengono opportunamente progettate e lavorate geometricamente per essere accoppiate agli attuali sistemi di trasporto/manipolazione delle linee robotizzate. L’attuale processo di fabbricazione delle forme presenta dei limiti oggettivi, quali la scarsa rapidità di realizzazione, l’elevato peso delle forme, la limitata precisione geometrica e la produzione di scarti dovuta all’asportazione meccanica.

INNOVAZIONE

Il progetto MANIFOLD propone di sviluppare un processo di produzione totalmente innovativo, impiegando la tecnologia additiva con materiali compositi montata su un robot antropomorfo per la realizzazione di forme cave alleggerite e in presenza di sottosquadri. L’impiego dei materiali compositi fibro-rinforzati consentirà di avere dei prodotti con caratteristiche meccaniche superiori e più leggeri rispetto a quelli realizzati con i convenzionali termoplastici da stampa 3D.

Tale processo, proponendo una soluzione rivoluzionaria di realizzazione delle forme, consentirà di ridurre tempi di produzione di almeno il 50% ed il peso di almeno il 40%. Inoltre considerando anche che in futuro gli stilisti adotteranno sempre di più il disegno CAD per progettare le calzature, questa soluzione ha una maggiore rilevanza nell’ottica di incrementare ulteriormente la produttività dell’industria calzaturiera.

La nuova linea produttiva delle forme di manifattura additiva con robot antropomorfo, sarà inoltre equipaggiata con una serie di sensori interfacciati con sistemi IoT per il monitoraggio delle prestazioni energetiche e tecnologiche, al fine di sviluppare un sistema di manutenzione predittiva basata su specifici algoritmi diagnostici generati dall’analisi dei Big Data generati.

PARTENARIATO

Azienda che opera da anni con successo nel settore automazione industriale, con business core nel settore produzione calzature.  In MANIFOLD, il capofila RSA si occuperà di progettare e realizzare dal punto di vista meccanico ed elettrico il nuovo robot antropomorfo, che ospiterà la testa di estrusione, comprensivo anche del sistema di controllo di processo.
Azienda che sviluppa software per uso industriale per programmare macchine utensili a controllo numerico, robot antropomorfi e simularne al contempo i movimenti. In MANIFOLD, Roboris si occuperà di realizzare tutti i componenti software necessari per passare dal modello 3D delle forme di calzature, al programma del robot utilizzato per la stampa 3D, e della progettazione di algoritmi per implementare le strategie di lavorazione.
Azienda che opera nel settore delle lavorazioni meccaniche di precisone. Nel progetto MANIFOLD, Nuova Simat si occuperà della progettazione, realizzazione e validazione meccanica ed elettrica dell’isola robotizzata con elevata portabilità.
Società specializzata in soluzioni IT per i Big Data. Nel progetto MANIFOLD, Big Data Tech si occuperà dello sviluppo del sistema di manutenzione predittiva e in collaborazione con il proprio subfornitore KEPLERO, della progettazione e realizzazione dell’interfaccia verso i sensori utilizzati.
Libero professionista che si occupa di sviluppare firmware per sistemi embedded e di progettazione hardware, per la gestione dell’interfaccia uomo-macchina, la gestione anche remota di apparati industriali e della comunicazione tra macchine (networking). Nell’ambito del progetto MANIFOLD, l’Ing. Massimo Liggio si occuperà della progettazione del firmware di gestione e di controllo di sensori ed attuatori facenti parte dell’impianto.
Azienda di progettazione e costruzione di stampanti 3D a fusione di filamento, In MANIFOLD, si occuperà di progettare e realizzare la testa di estrusione per la stampa 3D dei materiali compositi, di sviluppare e fornire opportune formulazioni di materiali compositi fibrorinforzati.
Laboratorio di analisi e ricerche, In MANIFOLD, ARCHA collaborerà nella selezione delle matrici polimeriche e dei rinforzi, alla progettazione di formulazioni dei materiali compositi.